Viaggiare responsabile è un dovere

Viaggiatori eco-sostenibili alle Maldive

Proteggere e preservare il nostro bellissimo pianeta è un impegno a cui siamo chiamati tutti. Ciascuno di noi può dare il suo contributo. Noi, di Macana, abbiamo pensato di cominciare dal nostro lavoro quotidiano, impegnandoci di più per il creare crociere alle Maldive responsabili e sostenibili. Ma abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti voi!

Il rispetto per l’ambiente è un valore importante per la nostra società, un valore che dovrebbe essere riscoperto da tutti noi. Dipendiamo completamente da ciò che di naturale ci circonda, ed è nel nostro interesse cercare di migliorare, dove possiamo, l’ambiente in cui viviamo, per poter vivere meglio noi stessi, per poter vivere più sani e sereni, per salvaguardare la natura. La possibilità di fare meglio c’è, sta a noi coglierla. E’ necessaria inoltre una drastica riduzione degli sprechi: acqua, energia, carta, oggetti quotidiani… La nostra società consuma troppo e la natura ne soffre.

Non è sufficiente fare la raccolta differenziata a casa propria o preoccuparsi che la discarica più vicina non inquini la falda acquifera, dobbiamo adottare un comportamento “a favore della natura” in ogni momento della nostra vita.

Lo stile di vita moderno ha creato comodità quali i sacchetti usa e getta e le bottiglie di plastica che sono ormai di uso comune in tutti i paesi del mondo. Purtroppo molta di questa plastica finisce in mare creando enormi problemi non solo in termini di inquinamento e difficoltà di smaltimento ma anche agli animali marini. Tartarughe e delfini scambiano spesso la plastica colorata per cibo e la ingeriscono mettendo in serio pericolo la loro vita!

Cosa facciamo noi nelle nostre crociere alle Maldive:

  • Abbiamo eliminato l’acquisto di 60.000 bottiglie d’acqua minerale all’anno producendo il nostro fabbisogno d’acqua potabile direttamente dal mare.
  • Cambiamo la biancheria due volte a settimana limitando l’immissione di detersivi nocivi nell’acqua.
  • Facciamo la raccolta rifiuti differenziata.
  • Utilizziamo lampade a led con utilizzo minimo di batterie.
  • Raccogliamo i rifiuti su spiagge e isole deserte.
  • Raccogliamo i rifiuti sott’acqua.

Cosa potete fare voi:

Da casa
•Portare in valigia solo shampoo e bagno schiuma biodegradabili
•Portare in valigia solo batterie ricaricabili (in caso ciò non sia possibile riportare indietro le comuni batterie)
Sul posto
•Fare molta attenzione a non rompere o danneggiare la barriera corallina
•Non prelevare niente sott’acqua
•Se vedete una lattina o una bottiglia, recuperarla
•Non buttare rifiuti non biodegradabili
•Riportare a casa tutti i contenitori, flaconi e bottiglie vuote di plastica (shampoo, solari, ecc)

Stop alle bottiglie di plastica a bordo

Il nostro pianeta sta vivendo una forte criticità. Il cambiamento climatico, lo sfruttamento delle risorse, l’industrializzazione e l’inquinamento lo stanno mettendo a dura prova.

La plastica è un pericolo insidioso. E’ ovunque e la usiamo tutti.

Viaggiare, esplorare, scoprire, conoscere è un bisogno innato nell’essere umano. Lo scambio di idee e costumi è stato e resta fondamentale per la crescita e lo sviluppo delle società eppure l’impatto sulla natura e sulle culture può avere effetti incontrollabili e inarrestabili. Occorre trovare una conciliazione e viaggiare responsabilmente.

Noi di Macana siamo innamorati del mare e della natura e le nostre crociere sono sempre state a impatto ambientale minimo. Eppure, fino a un anno fa, a bordo di ciascuna delle nostre barche venivano consumate 20.000 bottiglie di acqua che moltiplicato per tre barche sono 60.000 bottiglie di plastica da smaltire ogni anno. Abbiamo deciso di dire basta e trovare un metodo alternativo per garantire il fabbisogno di acqua potabile. Da settembre 2018 un sistema di depurazione consente di ottenere acqua potabile direttamente dal mare. A bordo trovate borracce in alluminio che vengono sterilizzate ogni settimana e preparate al nuovo uso. Ma non ci sembrava abbastanza. Da luglio 2019 ogni nostro cliente riceverà a casa una borraccia da portarsi dietro in tutti viaggi, in tutti i mari e magari anche in ufficio.

Abbiamo bisogno anche del vostro aiuto:

-Riportate a casa ogni oggetto di plastica, bottiglie vuote, attrezzature (anche rotte o vecchie).
-Non lasciate batterie, anzi possibilmente usate solo quelle ricaricabili.
-Portatevi dietro e utilizzate solo solari «reef safe», shampoo e bagnoschiuma biodegradabili.
Sono le piccole azioni, moltiplicate per milioni di persone, a cambiare il mondo.  

Diamo il nostro piccolo contributo alla riduzione dell’uso di plastica. 

L’UE ha sancito che dal 2021 sarà vietato produrre oggetti in plastica monouso ma possiamo già agire da subito con piccoli gesti quotidiani, a partire da quello che mettiamo nel carrello della spesa, al rifiuto di oggetti in plastica monouso e richiedendo oggetti alternativi biodegradabili.

Tra i 10-20 milioni di tonnellate di plastica finiscono ogni anno negli oceani del Pianeta, provocando oltre 13 miliardi di dollari l’anno di danni agli ecosistemi marini. La plastica rappresenta il 95% dei rifiuti trovati in mare. I grandi pezzi di plastica feriscono, soffocano e causano la morte di animali marini. Le microplastiche costituite da piccolissimi frammenti entrano nella catena alimentare e minacciano un numero di specie ancora maggiore, compreso l’uomo.

Le specie marine ingeriscono plastica intenzionalmente, accidentalmente o in maniera indiretta, nutrendosi di prede che a loro volta avevano mangiato plastica.

Intrappolamento, ingestione, contaminazione e trasporto di specie aliene sono i modi principali con cui la plastica mette a rischio le specie in mare . Oltre il 90% dei danni provocati dai nostri rifiuti alla fauna selvatica marina è dovuto alla plastica. A livello globale, sono circa 700 le specie marine minacciate o in pericolo critico a causa della plastica.

(fonte WWF)

 

Adesso a bordo delle nostre barche l’acqua viene prodotta attraverso un sistema di desalinizzazione, purificazione e potabilizzazione dell’acqua marina eliminando così le 60.000 bottiglie che venivano utilizzate ogni anno.

Due dispenser sono a disposizione degli ospiti e ciascuno riempie la borraccia che viene data in uso per tutta la settimana. A fine settimana le borracce vengono sterilizzate per l’uso successivo. A bordo non sono più disponibili bottiglie di plastica, l’unico modo per bere acqua è utilizzando il bicchiere o la borraccia.
Per incentivarne l’uso in tutti i luoghi del mondo, e non solo alle Maldive, i clienti che prenotano un viaggio con noi riceveranno una borraccia a casa in regalo da portarsi sempre dietro.

leggi i dettagli del progetto Il mare è in pericolo (1)low