Vado a vedere il blu

“La vita si ascolta così, come si ascolta il mare… le onde montano, crescono, cambiano le cose. Poi tutto torna come prima, ma non è più la stessa cosa.
A.Baricco

Il mare è anche una storia di grandi amicizie. Storie di persone che si incrociano e incrociandosi trasmettono l’una all’altra un po’ della loro passione per il mare. La prima volta che mi sono immersa con Marco era il 1994. Eravamo poco più che ragazzi e lui era veramente malato di blu, mentre io ficcavo gli occhi in ogni buco alla ricerca di creaturine minuscole. Nelle nostre serate post immersione al diving, tra una ricarica e l’altra, continuava a guardare il film “Le grand bleu” in lingua originale. Cosa che la dice tutta sulla sua vera fissazione. Ridevamo molto, parlavamo di pesci, nudibranchi, assetto e il blu… quel blu Mare che ci accompagnato per tutta la vita. Abbiamo studiato insieme per diventare istruttori; ci siamo aiutati e presi in giro. Per tanti anni abbiamo lavorato insieme in Macana. Facevamo a gara per trovare le creature più rare e non contenti di raccontarcele e basta, l’uno accompagnava l’altro a ritrovarle – spesso dopo due immersioni e i corsi del giorno. E se non le ritrovavamo non era importante, ci godevamo comunque il tuffo.

Lui ha cominciato presto ad appassionarsi di video e foto sub. Passione, facilità con la tecnologia e l’informatica hanno fatto il resto. Quando ho comprato la mia prima Canon, credo di averlo fatto soprattutto in seguito ai video che faceva lui. E quando l’ho allagata eravamo insieme… fu una tragedia, piansi tutta la notte.

La vita ci ha portato a fare cose diverse, in parti diverse del mondo, cimentandoci con altre passioni, ma l’amore per il mare che ci aveva unito fin dall’inizio, è rimasto. Così la scorsa settimana, quando dopo tanto tempo abbiamo potuto immergerci nuovamente insieme, è stato un po’ come ritrovare i ragazzi di allora che si rimettevano le bombole in spalla dopo una giornata di lavoro e andavano a cercare un pesce ago fantasma o una pennatula sul reef…

Andiamo a vedere il blu – come abbiamo sempre fatto – risaliamo la corrente tra gli squali in corteggiamento, giochiamo col plancton, ridiamo delle “scemenze”, nuotiamo con lo squalo balena, non disturbiamo le mante, occhi negli occhi con una tartaruga, ascoltiamo il canto dei delfini… E’ tutto qui, passione e amore per il mare di due tipi naturalmente quasi branchiati.

Grazie Marco Bortignon per la tua amicizia e le bellissime immersioni fatte a bordo della Princess Dhonkamana e grazie anche per questo video che mi fa sentire una vera sirena… ahahah

Oggi Marco, oltre a fare il capobarca in Macana Maldives è un ottimo video operatore e fotografo.

2 commenti
  1. Marco
    Marco dice:

    Cara Donatella, mi sono commosso nel leggere queste tue parole. Hai saputo raccontare perfettamente questa amicizia che ci lega da così tanto tempo e che ci ha fatto vivere emozioni ed avventure di ogni tipo assieme. Il mare è un vincolo molto forte, oltre che una scuola di vita importante. Ma le persone con cui lo vivi gli danno un sapore speciale.
    Grazie a te per averlo condiviso con me.

    Rispondi
    • MacanaMaldives
      MacanaMaldives dice:

      Caro Marco,
      il tempo passa, cambiano tantissime cose, cambiamo noi… ma alcune restano e sono quelle che contano di più. Ci vediamo a novembre per le immersioni con il tigre 😉

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *